turismo

Il Bar Isotta è situato proprio nel cuore di Baceno, all'incrocio tra la valle Formazza e L'alpe Devero. E' un ottimo punto di partenza per sciatori ed escursionisti, da qui si può raggiungere L'alpe Devero (12km), la valle Formazza (17km) e le terme di Premia (7km).

Baceno

 

Sullo sperone roccioso che domina l'orrido di Silogno, nel centro agricolo di Baceno, si erge a chiesa parrocchiale di S.Gaudenzio, detta anche chiesa monumentale.
La chiesa di San Gaudenzio è da sempre uno degli edifici religiosi più visitati e apprezzati della Valle Antigorio, tanto da essere stata proclamata monumento storico nazionale. Durante l'anno numerosi sono gli eventi che qui hanno luogo, come concerti e incontri letterari.La chiesa, riccamente decorata all'interno, è circondata da un grazioso giardinetto, a cui accedere attraverso una piccola scalinata. La sera, gli esterni si illuminano, conferendo all'edificio un'atmosfera magica e spirituale al tempo stesso.

          Chiesa Baceno - Giancarlo Parazzoli    

Alpe Devero

 

97

                                                   

L'Alpe Devero è una conca di pascoli situata nella Valle Devero (VB) a 1631 metri s.l.m. di altitudine in un ampio pianoro, circondata da fitte macchie di conifere e dalle vette del Monte Cervandone, Punta della Rossa e Pizzo Fizzi; vi si trovano un gruppo di casolari, baite caratteristiche con i tetti in pietra, e molte strutture ricettive. Essendo vietato il transito ai veicoli, si è immersi completamente nella natura, e si può cogliere al meglio ogni sua splendida caratteristica.
Nel parco vi sono alcuni laghi alpini, tra i più importanti ci sono il Lado di Devero o Codelago, di natura artificiale, e il laghetto delle Streghe.

     
Entrambi si raggiungono passando per l'abitato di Crampiolo, tipo e caratterisco borgo montano. Queste due escursioni sono collegate da sentieri molto facili e ben perrcorribili.Dall'Alpe Devero partono altri percorsi escursionistici anche di livello medio-alti, come le vette del Monte Cervandone, Punta della Rossa e Pizzo Fizzi. 
D'inverno la piana si trasforma in meta ricercata da molti sciatori, è infatti possibile praticare sci nordico, o usuifruire degli impianti di risalita per praticare sci alpino.Per gli appassionati dello sci alpinismo sono disponibili molti itinerari di ogni livello.
E' raggiungibile tutto l'anno, e dispone di un grande posteggio al coperto. Vi è inoltre un servizio navetta, qui gli orari.

 

                  

lagostreghe 1600x1066
     

 

Valle Formazza

 

La Val Formazza (Pomattertal in tedesco) è una delle valli del comprensorio della Val d'Ossola, al confine con la Svizzera, ed è la parte settentrionale del Piemonte. È percorsa dal fiume Toce, che si origina in testa allavalle, formando poco dopo la spettacolare e famosa cascata.Questa valle è famosa anche per i suoi numeri laghi, naturali ed artificiali, che regalano un paesaggio mozzafiato. La Formazza è circondata da vette e cime, alcune delle quali anche molto elevate.

                                                            

cascata-toce              

riale inverno

  Oltre alle escursioni e al trekking è possibile percorrere numerosi itinerari in mountain-bike e raggiungere punti panoramici d'eccezione come il Passo San Giacomo, il Lago di Morasco, il Lago del Kastel, l'Alpe Nefelgiu.
Da visitare il paesino di Riale, con la sua tipica chiesetta, che d'inverno si trasforma in un anello di fondo anche a livelli internazionali ospitando eventi importanti.
A Valdo sono presenti gli impianti di risalita, per gli amanti dello sci alpino.

 

Premia  

 

Premia Uriezzo OrridoSud                                                                                                                                   Premia è il comune confinante Baceno, si trova in Valle Antigorio, ed è sulla via per Formazza.  Nella località di Uriezzo si posso visitare i suggestivi e antichissimi Orridi, insenature scavate dall'erosione delle acque di fusione dei ghiacciai della Valle Antigorio in ere remote. Gli orridi visitabili sono tre, denominati Orrido Sud (il più spettacolare, profondo oltre 20 metri), Orrido Nord-Est, e Orrido Ovest. La peculiarità degli Orridi consiste nel fatto che il torrente che li ha modellati ora non percorre più queste strette incisioni, pertanto è possibile percorrerli a piedi. L’Orrido Nord-Est, in alcuni punti molto stretto, è lungo circa 100 metri e profondo una decina; quello Ovest è formato da due tratti distinti mentre quello Sud, detto “Tomba d’Uriezzo”, è lungo 150 metri e si può raggiungere da tre direzioni: da un sentiero che parte dalla località Verampio, raggiungibile dopo Crodo sulla destra o dalla Chiesa Monumentale di Baceno seguendo la mulattiera che scende fino alla frazione; da un sentiero che parte dalla statale prima di Pioda e scende verso Uriezzo. Per il terzo itinerario si percorre la strada che inizia sotto Premia e prosegue, in direzione Crego-Uriezzo, nella gola di Balmafredda, dove la valle si restringe tra due imponenti bastioni rocciosi, sino a raggiungere il caratteristico oratorio di Santa Lucia. L’Orrido è formato dalle incredibili sinuosità di quattro grandiose marmitte di origine fluvio-glaciale.

 

Premia Terme

 

Premia Terme è una moderna struttura inaugurata nell’agosto 2008. L’intero complesso sorge su un’area di 26 mila metri quadri di terreno e si estende per oltre 5.000 mq, con impianti termali curativi e ludici. E’ inserito in un contesto architettonico rispettoso delle bellezze ambientali e realizzato attraverso un’attenta interpretazione delle tipologie edilizie dei luoghi: basamento in pietra locale (serizzo), pareti esterne rivestite in legno, una copertura in lastre di beola e grandi aperture vetrate che inquadrano i punti più suggestivi della vallata. La struttura ha un andamento ad elle che racchiude uno spazio, aperto verso sud, in cui si sviluppa una grande piscina esterna ludico – terapeutica. Il percorso d’acqua prosegue, collegandosi anche verso l’interno, con altre piscine dedicate a varie funzioni terapeutiche. Saune, aerosol terapia, trattamenti in acqua completano la dotazione di benessere del centro,riprendendo le antiche tradizioni romane che assegnavano al corpo ed alla sua  anima un  posto nella vita quotidiana.                                                                                                                                           premia terme